Il San Domenico compie 50 anni

Mezzo secolo di vita per il San Domenico di Imola, icona della ristorazione italiana e internazionale. Il locale – 2 Stelle Michelin – celebra il traguardo del cinquantesimo anniversario a partire da oggi con un anno di festeggiamenti segnati in particolare da una serie di cene a ‘quattro mani’ che vedranno ai fornelli a fianco del ‘padrone di casa’, Massimiliano Mascia, chef di fama mondiale da Michael White a Giancarlo Perbellini, da Arthur Kazaritski a Massimo Bottura e Carlo Cracco.

Il ristorante imolese, fondato da Gianluigi Morini, aprì le sue porte il 7 marzo 1970. Poi, nel 1973, la prima segnalazione sulla Guida Michelin; nel 1975 la Stella Michelin e nel 1977, 40 anni fa, la seconda. Nella seconda metà degli anni ’80, il San Domenico aprì anche a New York e fu il primo ristorante italiano a ricevere tre stelle del New York Times nel 1988.

In occasione dell’anniversario inaugurerà in data da definire la mostra dedicata ai primi 50 anni del ristorante: saranno esposte nel Museo Civico di San Domenico le immagini fotografiche che ripercorrono le tappe fondamentali di questi 50 anni, i personaggi famosi tra attori, politici, amici che si sono susseguiti nelle sale del San Domenico. Le foto ricordo raccontano una lunga storia, fatta di successi e riconoscimenti, ritraendo gli chef Valentino Marcattilii e il nipote Massimiliano Mascia insieme ai più grandi personaggi degli ultimi tempi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Giornale