Da Pomezia una speranza per il vaccino Covid 19


Un vaccino contro il coronavirus sta per essere sperimentato sull’uomo. Inizieranno a fine aprile in Inghilterra i test su 550 volontari sani del vaccino realizzato da un’azienda della provincia di Roma, la Advent-Irbm di Pomezia insieme con lo Jenner Institute della Oxford University. L’obiettivo è di renderlo disponibile a settembre per la profilassi del personale sanitario e delle forze dell’ordine. Rispetto a quanto previsto meno di un mese e mezzo fa, le fasi sono state accorciate moltissimo e i test accelerati sull’uomo inizieranno già a fine aprile, invece che a luglio. 

A dare l’importante annuncio l’amministratore delegato della Irbm di Pomezia Piero Di Lorenzo. «In virtù dei dati acquisiti nelle ultime settimane – spiega Di Lorenzo – il primo lotto del vaccino messo a punto dalla partnership Advent-Irbm con lo Jenner Institute della Oxford University partirà da Pomezia per l’Inghilterra, dove inizieranno i test accelerati su 550 volontari sani ormai in fase finale la trattativa per un finanziamento di rilevante entità con un pool di investitori internazionali e vari Governi interessati a velocizzare ulteriormente lo sviluppo e la produzione industriale del vaccino».

«Si è deciso – aggiunge l’ad – di passare alla fase di sperimentazione clinica sull’uomo, in Inghilterra ritenendo, da parte della Irbm e della Oxford University, sufficientemente testata la non tossicità e l’efficacia del vaccino sulla base dei risultati di laboratorio, che sono stati particolarmente efficaci».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Giornale