DA BANCA MEDIOLANUM NASCE FLOWE PER CLIENTI “RESPONSABILI”

Un’app, una card, ma non solo. Flowe di Banca Mediolanum è un conto corrente per clienti attenti non solo al portafoglio, ma, soprattutto, alla sostenibilità e agli stili di vita.

Banca Mediolanum fin dalla sua nascita si è caratterizzata subito per essere una banca diversa dalle altre, innovativa. E questa è rimasta la nostra caratteristica principale. Con Flowe facciamo un altro passo su questa strada”, dice Massimo Doris, Amministratore Delegato di Banca Mediolanum.In questi anni l’atteggiamento dei clienti, soprattutto, ma non solo, quelle delle nuove generazioni verso le istituzioni finanziarie è cambiato e noi che guardiamo sempre al futuro abbiamo pensato a una serie di soluzioni per rispondere a queste esigenze”:

Una è, appunto, Flowe. Di che si tratta ce lo spiega Oscar di Montigny, Responsabile dell’innovazione di Banca Mediolanum: “In Flowe ci sono tutti i valori che hanno sempre distinti Banca Mediolanum pur essendo una cosa a autonoma, una società indipendente. Lowe è Innovazione, Sostenibilità e Benessere. E’ un conto per la gestione finanziaria, ma non solo. Perchè poi è legato a altri valori come la sostenibilità, il benessere, gli stili di vita”. 

Intanto la card, che fa parte del circuito Mastercard,  collegata all’app è un esempio di funzione sostenibile, realizzata in legno certificato FSC per rispettare l’ambiente. Infatti grazie alla partnership con ZeroCO2, stiamo piantando alberi nella regione del Pèten in Guatemala non solo per compensare la CO2 ma anche perché ogni pianta può aiutare a sostenere l’economia e l’alimentazione delle famiglie locali.

E, ancora, l’app oltre alla tradizionale gestione del conto corrente dotato di IBAN italiano, è dotata di una serie di funzioni. Per esempio è possibile stimare la co2 prodotta dagli acquisti fatti con la Flowe Card Mastercard e cercare di compensarla in un secondo momento – per esempio – piantando alberi. Oppure possiamo misurare la nostra attività fisica con contapassi ecc. 

L’economia del Terzo millennio sarà sempre più attenta all’impatto che ogni nostra azione ha sulla società e per questo noi, per statuto, abbiamo deciso di favorire in ogni modo un uso consapevole delle risorse.” spiega Ivan Mazzoleni Amministratore Delegato di Flowe SpA. Che aggiunge ”Flowe è un conto, una carta, ma di genere diverso da quelle oggi esistenti perchè soprattutto agevola scelte individuali verso una vita più consapevole”. 

Ma vediamo più da vicino Flowe.

Intanto è pensata per tutti i correntisti che utilizzano solo le funzioni principali del conto corrente. Leggendo la documentazione infatti si evince che mancano diverse funzionalità dei normali c/c come ad esempio pagamento di assegni, f24, deposito titoli, carte di credito, prestiti & mutui e molte altre.

Si può concludere quindi che Banca Mediolanum ha pensato Flowe per tutti i giovani clienti alla ricerca di un’esperienza digitale con funzioni “smart”.

Flowe offre come funzionalità ai propri utilizzatori due comode funzioni: soese condivise e Drop. 

Con le spese condivise sarà possibile creare dei “gruppi di acquisto” che divideranno le spese comuni. I Drop invece sono dei salvadanai virtuali che aiutano chi desidera risparmiare a raggiungere i propri obiettivi mettendovi una parte delle spese.

Ma quanto costa?

Esistono due tipologie di carta: Fan e Friends. 

Fan è quella meno onerosa: non prevede un “canone di conto” ma ci si possono tenere solo 10.000 fino a 10mila euro all’anno. Inoltree richiedere la carta fisica costa 15 euro una tantum, i bonifici istantanei sono a pagamento (1,5o euro).

La tipologia Friends costa, invece, 10 euro al mese, la carta fisica sempre 15€ una tantum ma i bonifici diventano gratuiti. Il profilo Friends potrà tenere sul conto fino a un massimo di 75.000 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Giornale