A maggio a Rimini “La settima arte – Cinema e Industria” 

Pupi Avati con Dario Argento ©Riccardo Gallini /GRPhoto

Si terrà dal 27 aprile al primo maggio la quarta edizione de La Settima Arte Cinema e Industria. La manifestazione, organizzata da Confindustria Romagna, Cinema Fulgor e Università degli Studi di Bologna – Dipartimento delle Arti, in collaborazione con il Comune di Rimini, dopo il successo delle passate edizioni, torna con il suo format dinamico e in un’ottica di condivisione, dialogo e crescita culturale per tutto il territorio. 

Un’occasione di incontro, unione ed approfondimento che nasce con l’obiettivo di diffondere i valori dell’industria cinematografica e sostenere il settore e tutto il suo indotto, ancora fortemente coinvolti dalla crisi causata dalla pandemia di Covid-19. 

Le giornate che quest’anno crescono a cinque si articoleranno in un programma di eventi gratuiti, con proiezioni, masterclass, momenti formativi, fino alla cerimonia di consegna del premio “Cinema e Industria” assegnato da una giuria di esperti presieduta dal celebre regista Pupi Avati. Ad ospitare le giornate del cinema saranno vari luoghi della città. 

“L’industria cinematografica è grande esempio di eccellenza dell’imprenditoria del Made in Italy, un’opportunità di crescita economica e per creare occupazione – spiegano gli organizzatori – Un’industria in cui credere ed investire anche per lo sviluppo dell’economia e della cultura del territorio. L’ampia partecipazione di pubblico e di operatori del settore presenti nelle prime tre edizioni dimostrano che Rimini e la Romagna sono il contesto ideale per “fare cinema”, inteso come connubio indissolubile tra espressione artistica e processo produttivo/professionale dei film e degli audiovisivi. Come ideatori ed organizzatori de La Settima Arte Cinema e Industria continuiamo a credere in tutto questo e guardiamo avanti con fiducia operando per la ripresa e il rilancio di tutto il comparto”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Giornale