La Russia critica Di Maio mentre l’Ucraina vuole entrare in Ue e Nato

Il Ministro degli Esteri russo Lavrov con Di Maio

Mentre è in atto il braccio di ferro tra Ucraina e Russia con una presenza delle truppe in campo che aumenta di giorno in giorno, sul fronte diplomatico Mosca trova anche da polemizzare col nostro ministro degli Esteri.

Il ministero degli Esteri russo ha ritenuto strana la dichiarazione del ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, secondo il quale non potranno esserci contatti con la leadership russa fino a quando non ci saranno segnali di una diminuzione della tensione intorno all’Ucraina. “Una strana idea di diplomazia”, hanno commentato dal dicastero di Mosca.
Il ministero degli Esteri russo ha osservato che la diplomazia “è stata inventata solo per risolvere situazioni di conflitto e alleviare la tensione, e non per viaggi vuoti in giro per i Paesi ad assaggiare piatti esotici ai ricevimenti di gala”. “I partner occidentali devono imparare a usare la diplomazia come professione”, ha sottolineato il ministero degli Esteri russo.

Intanto l’Ucraina, in aperta sfida alle richieste russe, dichiara la propria volontà di aderire a Nato e Ue.
Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ha confermato le “ambizioni dell’Ucraina di aderire all’Ue e alla Nato”. Ieri il suo omologo russo, Vladimir Putin, aveva espressamente chiesto a Kiev di rinunciare ad aderire alla Nato. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Giornale