Zelensky polemizza con Draghi: qui c’è la guerra

Botta e risposta tra il premier Draghi e il presidente ucraino Zelensky. In mattinata, riferendo in Parlamento, il Presidente del Consiglio ha detto, tra l’altro, che avrebbe voluto parlare con Zelensky, ma di non esser risucito a Trovarlo.
Nella mattinata, intorno alle 9,30, era previsto un contatto con il presidente ucraino Zelensky, ma Draghi ha rivelato che «Non sono riuscito a prendere contatto».
 “È nascosto in qualche parte di Kiev. Ha detto che lui non ha più tempo, che l’Ucraina non ha più tempo, che lui e la sua famiglia sono l’obiettivo delle forze di invasione russa. È stato un momento veramente drammatico, che ha colpito tutti i partecipanti al Consiglio europeo. Oggi, stamattina prima di venire qua, mi ha cercato prima di venire qua, abbiamo fissato un appuntamento telefonico, per le 9.30, ma non è stato possibile poi fare la telefonata perché il Presidente Zelensky non era più disponibile».

Poco dopo è arrivata la rtsposta, piccata, di Zelemnsky. «Oggi alle 10:30 all’entrata di Chernihiv, Hostomel e Melitopol ci sono stati pesanti combattimenti. Le persone sono morte. La prossima volta cercherò di spostare l’agenda di guerra per parlare con Mario Draghi in un momento specifico. Nel frattempo, l’Ucraina continua a lottare per il suo popolo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Giornale