Il peggio in Ucraina deve ancora arrivare, dice la Nato

Jens Stoltenberg

Secondo la Nato nei prossimi giorni la situazione in Ucraina peggiorerà decisamente con un intensificarsi della operazioni belliche. Ma l’organizzazione Nord Atlantica non entrerà in guerra e non attuerà una no fly zone in Ucraina.

I ministri degli Esteri della Nato, infatti, hanno discusso di una “no-fly zone” sui cieli dell’Ucraina ma hanno concordato che gli aerei della Nato non dovrebbero operare nello spazio aereo ucraino. Lo ha detto il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg.
“La Nato è una forza difensiva, non facciamo parte di questo conflitto e abbiamo la responsabilità di garantire che non travalichi i confini dell’Ucraina, perché ciò sarebbe ancora più devastante e pericoloso”, così Stoltenberg, al termine del vertice straordinario dei ministri degli Esteri dell’Alleanza. Per questo motivo l’ipotesi di una no-fly zone è stata menzionata dai ministri, che però sono d’accordo sul non volere aerei della Nato sui cieli ucraini o truppe Nato sul territorio ucraino, ha spiegato Stoltenberg.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Giornale