Al Centre Pompidou la nuova collezione Swatch

Lo Swatch dedicato a Amedeo Modigliani

Orologi iconici nel tempio dell’arte contemporanea. Il Centre Pompidou di Parigi è uno dei luoghi simbolo dell’arte moderna e contemporanea a livello globale, celebrato sia per l’edificio di Piano e Rogers sia per le collezioni e i progetti. E nel corso della settimana della moda della capitale francese il museo e Swatch, al culmine di una collaborazione iniziata già nel 1985, hanno annunciato il lancio da parte della multinazionale svizzera degli orologi, di una nuova collezione dedicata proprio ad alcuni capolavori del Pompidou. “Oggi è una nuova tappa – ha detto ad askanews Carlo Giordanetti, CEO dello Swatch Art Peace hotel di Shanghai e figura di rifermento dell’azienda nel sistema dell’arte – con questa collezione di sei opere diverse di cinque artisti che rappresentano tanti linguaggi diversi, proprio come Swatch ama approcciare il mondo dell’arte, ossia guardandolo da tanti punti di vista differenti”.

Gli orologi, che Giordanetti ci ha presentato all’interno delle sale del museo parigino, sono dedicati a un ritratto di donna di Amedeo Modigliani; a due dipinti di Robert Delaunay, tra vortici di colori e la Tour Eiffel; alle geometrie astratte e inconfondibili di Piet Mondrian; a un autoritratto di Frida Kahlo tra cornice e specchi e a uno dei quadri più belli di Vassilij Kandinskij, intitolato “Blu cielo”.

“E’ come se fosse un invito a pensare in maniera libera e positiva – ha aggiunto Giordanetti riferendosi a quest’ultima opera – ispirandosi al colore, a delle forme che sono non riconoscibili o riconoscibili a seconda del momento in cui si guarda l’opera. Quindi mi sembra il messaggio più bello e positivo, tra l’altro è un’opera che Kandinskij ha dipinto a Parigi nel 1940, ed è un’opera che lui, che aveva sempre avuto anche i colori scuri, il nero, come parte della sua espressione artistica, avvicinandosi invece agli ultimi anni della sua vita è come se con questo quadro avesse voluto esplorare un mondo nuovo in maniera molto positiva. quindi è un messaggio molto Swatch”.

Per Swatch, che è anche il main partner della Biennale Arte di Venezia, la collaborazione con il Centre Pompidou segue quelle con altri grandi musei in tutto il mondo, dal Rijksmuseum di Amsterdam al Thyssen-Bornemisza di Madrid, dal MoMA di New York allo stesso Louvre parigino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Giornale