Unicredit chiude primo trimestre in forte calo causa Russia

La Russia pesa sui conti di Unicredit. Il gruppo ha chiuso il primo trimestre 2022 con utile netto di 247 milioni, in calo del 70,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, dopo aver contabilizzato, prudenzialmente, rettifiche su crediti per 1,3 miliardi quasi interamente verso la Russia. 
Il trimestre, escludendo la Russia, ha segnato diversi record relativi a ricavi, costi e utile netto, raggiungendo i target del piano su tutti gli indicatori finanziar.

Escludendo l’impatto della Russia, il gruppo ha infatti registrato un utile netto di 1,2 miliardi, ricavi netti per 4,7 miliardi (+7,9%), e un rapporto costi/ricavi del 47,8%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Giornale