Ciriaco De Mita scomparso a 94 anni

E’ deceduto stamani nella casa di cura Villa dei Pini ad Avellino l’ex presidente del Consiglio e segretario della Dc Ciriaco De Mita. Aveva 94 anni. Era sindaco di Nusco dal 2014.
De Mita, leader della Democrazia cristiana, ex presidente del Consiglio, svariate volte ministro e parlamentare europeo, è morto restando ancora in campo: da sindaco, eletto con l’Unione di centro, di Nusco, il paese dell’Irpinia che gli aveva dato i natali nel 1928. Con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, l’amicizia durava da una vita e dal Quirinale, aveva rivelato la figlia Antonia, era giunta una telefonata dopo l’operazione, a febbraio, per la frattura al femore. Oltre a quella per il compleanno, puntuale ogni anno.
La sua storia inizia nella Dc, nella sinistra della Democrazia cristiana: diventa segretario del partito dal 1982 al 1989, anno dell’ultimo congresso nazionale, e presidente fino al 1992. Dal 13 aprile 1988 al 22 luglio 1989, invece, il ruolo di presidente del Consiglio. Laureato in giurisprudenza all’università del Sacro cuore di Milano, lavorò all’Eni di Enrico Mattei, nel 1956 il primo incarico dentro la Dc, fu eletto deputato nel 1963. Il primo ruolo di governo risale al 1968 come sottosegretario all’interno del governo di Mariano Rumor.

L’ultimo incarico di livello nazionale, dopo la stagione di Tangentopoli da cui uscì, tra i pochi politici di spicco, senza coinvolgimenti, fu quello di presidente della cosiddetta seconda bicamerale per le riforme costituzionali tra il 1992 e il 1993.
Nel 2001 e nel 2006 fu eletto con l’Ulivo, prima nella Margherita e poi nel Pd, per approdare – e non essere stato eletto per la prima volta nel 2008 dopo undici legislature – nell’Unione di centro.

Per il secondo mandato a Nusco decise di ricandidarsi all’ultimo annunciando di essere spinto dall’esigenza di “combattere la stupidità”, “sono stordito dal trionfo della stupidità in politica. Si insegue l’evento senza comprenderne le ragioni. Mi riferisco in particolare alla Lega e ai 5 Stelle”. Vinse con il 60% dei voti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Giornale