I ballottaggi premiano il centrosinistra

Damiano Tommasi nuovo Sindaco di Verona

Come da tradizione gli elettori di centrodestra sono restii a votare nel secondo turno di ballottaggio che finisce così per premiare i candidati del centrosinistra. Si è verificato anche questa volta con le principali città in cui si è votato ieri che si sono risvegliate con un sindaco di questa coalizione.

Con i risultati definitivi dei ballottaggi le forse legate al Pd conquistano infatti Verona, Piacenza, Parma, Monza, Catanzaro, Alessandria, Cuneo con – in particolare – l’elezione di Damiano Tommasi, Michele Guerra e Katia Tarasconi a sindaco.

Al centrodestra vanno Lucca, Frosinone, Sesto San Giovanni e Como. A sinistra anche Monza dove si era spesso Silvio Berlusconi.

Si conferma in particolare la tendenza della Lombardia che vira a sinistra e della Toscana che, per contro, elegge sempre più sindaci del centrodestra.

Affluenza in ulteriore calo di elettori alle urne: secondo il dato definitivo riferito dal Viminale, nei 59 comuni al ballottaggio è stata pari al 42,16%, al primo turno aveva votato il 54,77% degli aventi diritto.

Più in dettaglio Damiano Tommasi è ufficialmente il nuovo sindaco di Verona. Secondo i dati del Viminale, Tommasi, sostenuto dal centrosinistra, è risultato eletto con 50.118 voti e il 53,40% delle preferenze. Federico Sboarina, sostenuto da Fdi, Lega e liste civiche si è fermato al 46,60%, raccogliendo 43.730 voti. Al primo turno Damiano Tommasi aveva ottenuto il 39,80% e Federico Sboarina il 32,69%. Nessuno dei due candidati ha fatto apparentamenti per il ballottaggio. Ed è vittoria del centrosinistra anche a Parma, dove è stato eletto sindaco Michele Guerra con il 66,19%, sostenuto anche dalla Lista Effetto Parma con Pizzarotti. Pietro Vignali, appoggiato dal centrodestra, ha ottenuto invece il 66,19%. Al primo turno Michele Guerra aveva ottenuto il 44,18% mentre Pietro Vignali aveva ottenuto il 21,25%. Katia Tarasconi, sostenuta dal centrosinistra, è quindi il nuovo sindaco di Piacenza con il 53,46% dei voti. Al ballottaggio Tarasconi ha ottenuto il 53,46%, mentre Patrizia Barbieri, del centrodestra, si è fermata al 46,54%. Al primo turno Tarasconi aveva ottenuto il 39,93% mentre Barbieri aveva incassato il 37,72%. E Berlusconi ‘perde’ la sua Monza, che passa al centrosinistra. Al ballottaggio il sindaco uscente Dario Allevi, del centrodestra, è stato sconfitto da Paolo Pilottoche ha ottenuto il 51,21% delle preferenze secondo quanto riportato dal sito del Comune di Monza. Allevi, sostenuto da Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia si è fermato al 48,79%. Vittoria del centrosinistra anche al ballottaggio a Cuneo dove è stata eletta sindaca Patrizia Manassero, con il 63,31% (46,95% al primo turno). Franco Civallero, sostenuto dal centrodestra, ha ottenuto il 36,69% (19,84% al primo turno). E’ sempre un candidato sindaco di centrosinistra e M5S, Giorgio Abonante, il nuovo sindaco di Alessandria, al 54,41% (42,04% al primo turno), mentre il sindaco uscente Gianfranco Cuttica di Revigliasco, del centrodestra, è al 45,59% (40,24% al primo turno). Sostenuto sempre dal centrosinistra e dal M5S, Nicola Fiorita è il nuovo sindaco di Catanzaro con il 58,24% dei voti. Al ballottaggio a Catanzaro, Fiorita, (31,71% al primo turno), ha vinto sullo sfidante, il candidato sindaco Valerio Donato, appoggiato anche da Forza Italia e Lega (che si presentano senza simboli di partito), che si è fermato al 41,76% (44,01% al primo turno).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Giornale